giovedì 21 luglio 2011

G8 Genova: l'inaccettabile Fini



I Carabinieri (fedeli nei secoli, ma a chi?) e la polizia sono, e sempre resteranno, al servizio dei potenti.

Sono l'ultima risorsa dei potenti da utilizzare in casi come quelli del G8 di Genova 2001. La repressione della Società Civile e il capovolgimento della realtà attraverso i media, in cui gli oppressi diventano oppressori, sono utilizzate come una mannaia per screditare agli occhi dei "dormienti" chi si sveglia e pone degli interrogativi seri su dove stia andando la nostra società. Accade sempre così. È accaduto in passato ed è accaduto in tempi più recenti, dalla Campania a Vicenza per la base militare Dal Molin, alla Val Susa.

La conferma che è un blocco organizzato, extranazionale, che combatte le ultime sacche di resistenza civile nel mondo, la si ha dal fatto che le cose funzionano così anche negli altri stati. Ed il numero identificativo li la polizia lo ha...


Nello spezzone tratto da Blob, Gianfranco Fini, uno dei mandanti delle torture alla Diaz prima e a Bolzaneto poi, e l'orami ex comunista col kashmir Bevtinotti. Fini dicevamo, quello stesso Fini che pochi mesi fa certa sinistra avrebbe visto bene come Premier, a riprova del fatto che il Movimento No Global, che già anni fa aveva intuito dove ci avrebbe portato questo tipo di società schiava del mercato, era ed è odiato da tutti i polituncoli dell'area neoliberista, praticamente tutti. Quello stesso Fini che poco fa fu acclamato dopo la sua partecipazione a "vieni via con me", insieme al pagliaccio Bersani, che invece di interessarsi davvero ai lavoratori, preferisce i salotti radical chic della tv generalista italiota.

Non dimentichiamo nemmeno che il "difensore" della Costituzione Di Pietro disse no alla commissione parlamentare d'inchiesta sui fatti del G8 di Genova, perché quando uno è un fascista servo del potere, tale rimane.

Gli esecutori materiali vanno puniti, ma i madanti prima di loro!!!


"La differenza tra dittatura e democrazia è che in democrazia prima si vota e poi si prendono ordini, in dittatura non dobbiamo sprecare il nostro tempo andando a votare."
(Charles Bukowsky)

9 commenti:

Bastian Contrario ha detto...

rimane ancora senza risposta la domanda di dieci anni fa: che ci faceva Fini nella sala operativa delle forze dell'ordine(?), durante le manifestazioni del g8?

Mr. Bonobo ha detto...

dava ordini. lapalissiano. basta vedere lo scontro con bevtinotti e sentire le balle che racconta per capirlo. per me non ci sono segreti, almeno riguardo a questo.

Bastian Contrario ha detto...

Il segreto invece rimane intatto: se dava ordini, commetteva un reato, così come chi li eseguiva

Mr. Bonobo ha detto...

Bastian se prefersici vederla così. L'Italia è una nazione fondata sul segreto di stato e sul sangue degli innocenti. Segreti di pulcinella. Da Bologna a Piazza della Loggia, a Ustica all'omicidio Pasolini ecc. ecc. ecc. Alla luce delle indagini i vertici dello Stato non potevano non sapere, Fini era a Bolzaneto durante la macelleria messicana. Se non avesse visto o se non avesse saputo allora dovremmo parlare di insoburdinazione degli agenti allo Stato. Invece quasi tutti i graduati sono stati promossi per meriti sul campo...

Daniela ha detto...

Carissimo Bonobo, che ne pensi di tutti quei cretinissimi telefilm (anche nostrani vedi carabinieri polizie eccetera) dove ci fanno immaginare poliziotti & affini come nostri protettori?
Tutti buoni e carini?
Io non ho mai avuto problemi ma sono talmente innocua che mi pare quasi ovvio (a parte la volta che la finanza mi rovesciò la macchina - una panda nera - per vedere se trasportavo armi o droga o comunisti), insomma sono innocua e onestissima.
E NE SONO FIERA!!
Non so se è anche fortuna, ma veramente cerco di non frodare alcuna legge (un esempio; io sono in macchina su una strada nazionale, vado a 80 km che sono quelli consentiti, mi ritrovo semrpe qualche UOMO a pelo dle posteriore della mia macchina, oppure che mi insulta dopo vaermi superato, oppure vedo schizzare a 150 macchine velocisisme e non tassate dalla finanziaria e NESSUN CONTROLLO?).
Stranamente in luoghi come quelli da te citati BRULICANO.
Stranamente si comportano poco da protettori.
Ma media e giornali (tutti autoreferenziali o servi) TUTTI a dire POVERI POLIZIOTTI.
Lo disse anche Pasolini. Disse "poveri poliziotti" a quelli che dovevano sopportare le pietrate dei focosi ricchissimi universitari sessantottini...
Ma per BEN altri motivi.
Concordo sulla citazione di Bukowsky E DICO ANCHE CHE NOI, TUTTI NOI, stiamo svendendo la nostra anima e il nostro spirito critico per un piatto di ceci.

Mr. Bonobo ha detto...

Buoni e cattivi. Tutto ciò di cui il sistema ha bisogno per giustificare qualsiasi sua azione. Solo che a seconda del punto di vista i buoni sono i cattivi e viceversa.

Una società realmente civile non dovrebbe avere ne polizia ne galere. Ma qui al momento si viaggia sull'utopia pura...

Riguardo alla macchina... ti faccio rispondere dal mittttico George Carlin:

"Vi siete mai accorti di una cosa strana? Chiunque guidi più lentamente di voi è un coglione, e chiunque vada più velocemente è un imbecille."

Ciao Daniela. Buon fine settimana.

Daniela ha detto...

...allora sono spesso cogliona!!!
;)))
Buon finesettimana anche a te!

Daniela ha detto...

...ma con 28 punti sulla patente!!! e guido per 20000 km all'anno...
da cogliona perlopiù...;)

Mr. Bonobo ha detto...

anche io ho il surplus dei punti. specie rara :-)))